Pro e contro di WordPress: 5 vantaggi e 5 svantaggi

Prima di introdurre l’argomento pro e contro di WordPress si deve tenere bene a mente una considerazione molto importate: “La presenza on-line in era digitale è diventata indispensabile e imprescindibile”.

Questa precisazione permette di affrontare il discorso in maniera molto più elastica anche se, i più esperti, riconosceranno sicuramente più lati negativi che positivi nella struttura di un sito web basato su WordPress.

Personalmente ritengo WordPress uno strumento che permette a tutti di entrare nel web anche con poche conoscenze informatiche. Ovviamente i risultati migliori non si possono ottenere senza un briciolo di esperienza in merito, però sarà certamente più facile districarsi nelle diverse situazioni che si affrontano durante la realizzazione del proprio sito web.

  1. Il primo vantaggio nell’utilizzare la struttura di WordPress è rappresentato dalla facilità di installazione. Attraverso semplici passaggi operativi che illustrerò in una guida più dettagliata si possono realizzare siti molto semplici e pronti per essere pubblicati nel giro di qualche settimana.
  2. Il secondo vantaggio utilizzando WordPress riguarda la possibilità di sfruttare una struttura pronta ed operativi senza dover creare tutto da zero. A cosa mi riferisco? Per esempio, il tempo risparmiato nell’impostare la modalità responsive per i vari display che visualizzeranno il nostro sito è oro in quanto il 99% dei temi WordPress hanno ottimizzazioni standard per le varie risoluzioni.
  3. Il terzo vantaggio, che per molti rappresenta un fattore negativo, è la possibilità di usare plug-in che aiutano senza ombra di dubbio i meno esperti nell’utilizzare pacchetti che riescono a centrare l’obiettivo ricercato. Raccomando sempre di non esagerare con il numero di plug-in installati in quanto rallentano il sito.
  4. Il quarto vantaggio poggia le sue basi sulla community WordPress. Un esercito di professionisti che condividendo le proprie esperienze rendono interattivo ed entusiasmante l’utilizzo di tale struttura. Prima che il mondo si bloccasse causa COVID-19 abbiamo avuto modo di essere presenti al wordcamp tenutosi a Milano presso l’Università Bicocca il 22 e il 23 Novembre 2019 e possiamo confermare che è stata una partecipazione molto profittevole sia dal lato umano sia dal lato professionale!
  5. Il quinto vantaggio nell’utilizzo di WordPress è da incentrare nella possibilità di trasformare un semplice sito in un portale e-commerce. Tra i diversi tool a diposizione si fa riferimento a Woocommerce – Magento e Prestashop. Ognuno di essi è adattabile alle esigenze di ogni azienda, ma tutti richiedono una preparazione di base molto più profonda rispetto al semplice utilizzo di WordPress.
  1. Il primo grande svantaggio di WordPress è rappresentato proprio dal suo utilizzo. Se è vero che il primo vantaggio si incentra sulla facilità è altresì verso che non basta assolutamente chiedere gli occhi e premere installa. Affrontare questa situazione con estrema leggerezza può, oltre a farci commettere errori , abbassare di molto le aspettative riposte nel suo utilizzo. A volte è utile, se non indispensabile, rivolgersi ad un professionista per non trovarsi di forniti a problemi complessi che rallentano il raggiungimento dell’obiettivo finale.
  2. Il secondo svantaggio è rappresentato dalla sicurezza. Con questo non voglio dire che WordPress non è sicuro, ma essendo una struttura che poggia le basi sull’installazione di plug-in esterni non potremmo mai avere la certezza che un plug-in installato si affidabile al 100%. Il consiglio personale tende a verificare e utilizzare solo plug-in ufficiali sviluppati da un team serio che possa garantire assistenza immediata.
  3. Il terzo svantaggio riguarda l’aspetto economico. Vero è che con pochi euro l’anno abbiamo la possibilità di prendere un dominio e un hosting per un sito WordPress, ma siamo sicuri che sia la scelta giusta? Ricordiamoci che, non solo nel settore informatico, ma nella vita in generale, è sempre attuale il concetto “ottieni per quello che paghi”. Quindi ponderiamo bene le scelte e non fermiamoci né verso situazioni troppo economiche né verso scelte che prevedono la possibilità di comprare innumerevoli tools aggiuntivi a prezzi esorbitanti.
  4. Il quarto svantaggio è rivolto verso coloro che hanno in mente un progetto ampio e complesso ma non hanno le basi e/o le possibilità economiche per affrontare degli investimenti necessari. Magari è utile valutare un corso di formazione che possa aiutare a migliorare le proprie conoscenze, anche mirate all’obiettivo da raggiungere, così da ottimizzare l’investimento a 360°
  5. Il quinto svantaggio è il Back-up! Credere di ripristinare WordPress perfettamente con un click è utopia. Non basta mai avere un plug-in come Updraft o il semplice back-up giornaliero impostato sull’hosting. Prima di avviare il progetto bisogna impostare in maniera minuziosa il processo di conservazione dei dati e di eventuale ripristino. Questa operazione non è da tutti, quindi in ottica di utilizzo da parte dei meno esperti lo reputo uno svantaggio

Dopo aver analizzato i pro e contro di WordPress per sfruttare tutti i suoi vantaggi bisogna prima decidere se scegliere un Hosting o un server dedicato. La scelta deve ricadere sempre in base all’obiettivo da raggiungere tenendo in considerazione che se i nostri obiettivi nel lungo termine sono importanti allora vale la pena iniziare ad avere delle basi solide con un server dedicato, altrimenti un hosting è la soluzione ideale, veloce ed efficace.

Non è da escludere un percorso di formazione WordPress affidandovi ad un professionista che vi sappia insegnare esattamente a raggiungere i vostri obiettivi e mi raccomando, occhio ai cialtroni! Sono fortemente convinto che non sono obbligatorie tutte le nozioni di base nel mondo informatico per poter iniziare ad utilizzare la piattaforma, quindi se non vuoi perderti in infiniti argomenti pensa bene a cosa vuoi imparare e cerca chi sappia soddisfare tale esigenza.

Consiglio, senza scopo di lucro, per un progetto italiano non troppo complesso consiglio di affidarvi ai servizi di Aruba attraverso la scelta di un server dedicato da circa 30€ / mese per poter iniziare e fare esperienza e testare personalmente tutti i pro e contro di WordPress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *