WordPress: 5 svantaggi, o quasi

Se nel precedente articolo ho scritto dei cinque vantaggi per scegliere WordPress (puoi leggere l’articolo cliccando qui) oggi ti mostro i cinque svantaggi, o quasi, che potresti incontrare se non sai minimamente da dove iniziare.

  1. Sottovalutare la facilità di utilizzo. Se è vero che il primo vantaggio si incentra sulla facilità è altresì verso che non basta assolutamente chiudere gli occhi e premere installa. Affrontare questa situazione con estrema leggerezza può, oltre a farci commettere errori, abbassare di molto le aspettative riposte nel suo utilizzo. A volte è utile, se non indispensabile, rivolgersi a un professionista per non creare problemi complessi che rallentano il raggiungimento dell’obiettivo finale.
  2. Sicurezza informatica. Con questo non voglio dire che WordPress non sia sicuro, ma essendo una struttura che poggia le basi sull’installazione di plug-in esterni non potremmo mai avere la certezza che un plug-in installato si affidabile al 100%. Il consiglio personale tende a verificare e utilizzare solo plug-in ufficiali sviluppati da un team serio che possa garantire assistenza immediata.
  3. Aspetto economico. Vero è che con pochi euro l’anno si ha la possibilità di prendere un dominio, un hosting e in caso anche un tema WordPress, ma siamo sicuri che sia la scelta giusta? Ricordiamoci che, non solo nel settore informatico, ma nella vita in generale, è sempre attuale il concetto chi risparmia spreca. Quindi ponderiamo bene le scelte e non fermiamoci né verso situazioni troppo economiche né verso scelte che prevedono la possibilità di comprare innumerevoli tools aggiuntivi a prezzi esorbitanti.
  4. Non avere le basi e/o le possibilità economiche per affrontare degli investimenti necessari per un progetto corposo. Magari è utile valutare un corso di formazione che possa aiutare a migliorare le proprie conoscenze, anche mirate all’obiettivo da raggiungere, così da ottimizzare l’investimento a 360°.
  5. Back-up. Credere di ripristinare WordPress perfettamente con un click è utopia. Non basta avere un plug-in come Updraft o il semplice back-up giornaliero impostato sull’hosting. Prima di avviare il progetto bisogna impostare in maniera minuziosa il processo di conservazione dei dati e di eventuale ripristino. Questa operazione non è da tutti, quindi in ottica di utilizzo da parte dei meno esperti lo reputo uno svantaggio

Questi punti non volevano spaventare o, peggio ancora, farti rinunciare al tuo progetto, anzi vogliono metterti in guardia e farti capire che se da un lato l’utilizzo di WordPress sembra semplice dall’altro c’è bisogno di conoscere almeno una base di programmazione o la disponibilità economica per affidarsi a un professionista.

Ricorda che troppi plug-in possono appesantire il sito internet anche se ti fanno raggiungere l’effetto sperato, assicurati che gli hacker siano lontani dal tuo progetto on-line e dai molta importanza alla formazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *